Vetro

verre_usecase_505x340

Un settore energivoro


L'industria del vetro consuma moltissima energia. Che si tratti di vetro piano o di vetro cavo, la prima tappa consiste nella fusione del vetro in un forno. I processi di formatura, a valle del forno, necessitano di controllare le temperature in punti diversi, tramite bruciatori e ventilatori.

Conseguenza: delle fatture energetiche che impattano direttamente sul costo di produzione (in media dal 7 al 20%).

Vuoi migliorare la tua performance energetica? Esistono delle soluzioni!

Digitalizzare per ridurre i consumi

La piattaforma di intelligenza energetica METRON digitalizza e contestualizza tutti i tuoi dati pertinenti, per rendere la tua fabbrica più trasparente.

Segue poi la fase di modellizzazione delle tue apparecchiature (forni, ecc.) a seconda delle loro diverse condizioni di utilizzo. Il modello di consumo può anche tenere conto del contesto produttivo, dei prezzi dell'energia o ancora dell'impatto di un cambio di refrattario di giorno in giorno.

La piattaforma fornisce così dei suggerimenti chiari e quotidiani per ottimizzare la regolazione delle apparecchiature a seconda degli obiettivi produttivi. Disponi di un miglior controllo del processo di fabbricazione per migliorare in modo continuo l'omogeneità e la qualità dei tuoi prodotti.

Esempi di dati raccolti nell'industria del vetro

  • Produzione (quantità, tipo di vetro, ecc.)
  • Ripartizione della potenza sui vari bruciatori
  • Vetro di scarto
  • Temperature delle varie zone
  • Igrometria
  • Parametri aziendali e operativi (pianificazione della produzione, qualità desiderata, prevenzione delle bolle nel vetro, disponibilità delle materie prime)

Vedi il caso di studio

FRANCIA

Ridurre la fattura energetica di 250K € in un anno tramite l'ottimizzazione dei forni di una vetreria

Uno dei principali produttori francesi di flaconi in vetro cavo desiderava ottimizzare le performance energetiche del suo processo industriale senza investimenti.

La soluzione METRON gli ha permesso di digitalizzare e contestualizzare i suoi dati, tenendo conto di tutti i fattori di influenza, quindi di modellizzare il perimetro da ottimizzare: i forni per vetro.

L'industriale beneficia ormai di un monitoraggio in tempo reale, un controllo rafforzato dei parametri flessibili e di avvisi in caso di derive. Riceve inoltre dei suggerimenti di ottimizzazione per la regolazione dei forni a seconda degli obiettivi produttivi che si è prefissato.

Il risultato? 10 GWh di risparmio di elettricità in un anno, pari a 250.000 € in meno sulla fattura energetica e una riduzione delle emissioni di carbonio di 1.900 tonnellate all'anno.

Glass industry energy managers